Casini vuol far le scarpe a Méliès

Torno a casa e mi metto a scartare, tutta felice, il mio acquisto di oggi: un cofanetto, ben 5 dvd!, con tutti i cortometraggi di Georges Méliès. In realtà, conservo ancora gelosamente una videocassetta coi suoi corti, comprata anni fa per l’esame di Storia e critica del cinema (con la Dagrada). Averli tutti, e in digitale, però fa un altro effetto.

Che i dischi sono 5 lo dice proprio la fascetta. Allora perché apro e ne trovo soltanto 4? E soprattutto: perché c’è un quinto vano vuoto? Me lo spiega sempre la fascetta interna (quella non visibile, guarda caso, al momento dell’acquisto). “Per ricevere gratuitamente il quinto disco, registrati su www.casinieditore.com e inserisci il codice riportato sulla scheda dentro il cofanetto”. E già mi girano le balle.

Mettiamo il caso più assurdo: il cofanetto l’ha comprato mia nonna. Ha già ampiamente superato gli 80 e di Internet non ne sa nulla. Non ha pc, né connessione, ma il cinema le piace. Perché, dopo aver pagato per 5 dvd, deve trovarsi costretta a fare una registrazione su un sito (nemmeno saprebbe da dove cominciare) per averli davvero tutti?

Vado sul sito di Casini… e mi girano ancor più le balle. Per registrarmi, oltre a nome-cognome-indirizzo, vogliono anche il mio codice fiscale.

Ora, signor Casini, è vero che magie e giochi di prestigio fanno parte dell’universo di Méliès, ma francamente (non se la prenda, eh…) preferisco farmi illudere da lui sullo schermo che farmi prendere per i fondelli da lei nella realtà.

Postilla del 26 marzo:
Per evitare la registrazione, si può mandare una mail a segreteria@morriscasini.com. Basta ci siano i dati per la spedizione e il codice contenuto nel cofanetto. Peccato che questa cosa venga comunicata solo in seguito a una telefonata…

Postilla del 5 maggio:
Mica male, dopo 5 telefonate, 2 spedizioni andate male e quasi 2 mesi di attesa, oggi (finalmente!) ho ricevuto il mio quinto dvd. E’ stato un parto…

6 pensieri su “Casini vuol far le scarpe a Méliès

  1. vabò ma questa è una vera truffa!!! Mi incavolerei non poco, no possono scrivere 5 dischi, non fargliela passare liscia! il codifce fiscale.. e poi tieni conto che non c’è bisogno di essere 80enni per non avere internet in Italia!

  2. Be , io ci sono arrivato a 52 anni!!! Meglio tardi che mai… no dico… a internet !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *