Karen Dalton e la canzone dell’amore perduta


(Karen Dalton fuori dalla sua casa di Summerville, Colorado, 1966)

Karen Dalton è una delle voci che più amo. In assoluto.

This Is Our Love una delle canzoni che non ha mai inciso. Ci è rimasto soltanto il testo (lo scrivo sotto. In rete non si trova). Della melodia, di come l’avesse immaginata, ahimé, non sappiamo nulla. Un brano orfano che non avrà mai voce, non la sua perlomeno: Karen è morta di AIDS il 19 marzo del 1993, a 55 anni. Non ha avuto una vita facile: la dipendenza da alcol e droghe, l’allontanamento dei suoi due figli, diversi anni vissuti per strada. Nel 2015, parole originali alla mano, Diane Cluck ha composto una struggente interpretazione di questa canzone dell’amore tormentato. L’ha registrata per Remembering Mountains: Unheard Songs by Karen Dalton, album tributo.

Karen Dalton è stata (ri)scoperta non molti anni fa. Non si trovano interviste, soltanto testimonianze altrui. Quella della figlia (Abralyn Baird) per esempio: “Voleva il suo suono. Arrivava in studio e il più delle volte i produttori le dicevano: ‘Bene, aggiungeremo giusto un paio di tracce qui’. ‘No!’, gridava lei furiosa e poi faceva a modo suo. Mia madre era il tipo di persona che urlava dietro ai cassieri in banca.”

Quando cantava, accompagnandosi con il banjo o con la sua Gibson 12 corde, Karen però non urlava affatto. “Funky, lanky and sultry“, la definì Bob Dylan, suo grande estimatore, dopo averla ascoltata dal vivo. Disse che cantava come Billie Holiday e suonava la chitarra come Jimmy Reed.

Negli ultimi anni ho sviluppato dipendenza per il suo timbro blues malinconico che sa di terra bruciata e ascoltando Diane Cluck non riesco a fare a meno di chiedermi che sapore avesse This Is Our Love quando Karen la suonava, magari con la sigaretta in bocca, passeggiando sul prato di fronte a casa.

Questo è il testo. Leggetelo in silenzio un paio di volte e soltanto dopo ascoltate Diane Cluck.

A typewriter smashed upon a rock
A Shepard leading his faithful flock
This is our love

A morning spent waiting for the sun
A nasty thief left for to run
This is our love, this is our love

A flower blooming in barren ground
A silent word that makes no sound
This is our love, this is our love

An island in an angry storm
A summer breeze sweet and warm
This is our love, this is our love

Bad news in a time of need
New root from a paceful seed
This is our love, this is our love

A full moon in an open sky
A wounded dove that cannot fly
This is our love, this is our love

A choir of angels with no song
A winding road steep and long
This is our love, this is our love

A saint of honor with lands concealed
A bird loose in a barley field
This is our love, this is our love

A summer spent barefoot and free
A foolish soul who fails to see
This is our love, this is our love

A saint of honor with lands concealed
Knows nothing but his prayers and dreams
His vision soon will be revealed
His tattered rags redeemed
Walking always never rides
His speech it soundly crashes
A poor lost soul to him confides
That in a lonely sea he thrashes
This is our love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *