21 dicembre – Calendario dell’Avvento Rock – Reasons For Waiting (Jethro Tull)

viva viva il Calendario dell’Avvento Rock! che non fa ingrassare, né spendere quattrini in cianfrusaglie inutili. avvènto s. m. [dal lat. adventus -us, der. di advenire «arrivare»]. una canzone al giorno. il tema, per restare in tema, è “l’attesa”. trattasi di attese, il più delle volte, poco ortodosse. buon ascolto.

“Che ragione per aspettare
E sognare!
Spero tu abbia fede nelle combinazioni impossibili,
Nate dal sospiro del vento che soffia
Mentre la luce soffusa mette fine a una notte d’amore.”

Quando si tratta d’amore, sono tanti i motivi per cui vale la pena attendere, dicono i Jethro Tull in Reasons For Waiting. Guardare la propria donna mentre dorme, stringere la sua mano, macinare chilometri e vederla sorridere, ma anche piangere.

«Si tratta di una ballata d’amore tenero piuttosto atipica nell’opera di Anderson, è anche la prima canzone dei Tull in cui lui è presente quasi in maniera esclusiva. Suona la chitarra acustica, il flauto e l’organo Hammond, oltre a cantare. Lo affiancano Martin Barre nella parte di secondo flauto e Dee Palmer con un delizioso arrangiamento d’archi.» (Jethro Tull: A History of the Band, 1968-2001, Scott Allen Nollen)

«Brano paradigmatico di come Anderson e compagni, con dei contenuti semplici in termini armonici-melodici, riescano a ottenere un’incantevole musica, con tanto di sezione d’archi, senza che risulti affettata e forzata; gli archi non usati come stucco, perché il pezzo è spoglio di contenuti, ma inseriti come piccole forme strutturali e non superflui ornamenti; perfettamente equilibrato.» (Jethro Tull – Stand Up, Benefit, Aqualung, Carlo Pasceri)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *