22 dicembre – Calendario dell’Avvento Rock – Waiting For The Worms (Pink Floyd)

Renato Visentin

viva viva il Calendario dell’Avvento Rock! che non fa ingrassare, né spendere quattrini in cianfrusaglie inutili. avvènto s. m. [dal lat. adventus -us, der. di advenire «arrivare»]. una canzone al giorno. il tema, per restare in tema, è “l’attesa”. trattasi di attese, il più delle volte, poco ortodosse. buon ascolto.

“Seduto in un bunker, al di qua del mio muro
In attesa che arrivino i vermi
In perfetto isolamento, al di qua del mio muro
In attesa che arrivino i vermi.”

È un’attesa che non promette nulla di buono quella dei Pink Floyd, con Waiting For The Worms. Un’attesa che ha a che fare con i peggiori incubi, poi rivelatisi realtà.

«I vermi dell’imputridimento interiore, già citati precedentemente, hanno raggiunto lo status di personaggi e sono quasi la rappresentazione di un’attesa messianica, gli alfieri di una nuova era. Nell’attesa del disfacimento finale, in sottoofndo si sente la voce di Waters, il naso tappato a mimare il suono di un megafono, impegnata a dare istruzioni. Si tratta, nelle intenzioni del bassista, di “una marcia del National Front da Brixton a Hyde Park”, con tanto di riferimenti dettagliati alla toponomastica londinese. Non si attende solamente l’arrivo dei vermi, ma di tutto quello che porteranno con sé. L’attesa riguarda la pulizia della città (si cita l’atto di “tagliare i rami secchi”, “cut up the dead wood”, ovvero i settori improduttivi della società), l’atto di indossare una camicia nera e seguire i vermi. La marcia diventa una persecuzione vera e propria, una caccia alle minoranze. Non ci sono più veli, eufemismi, maschere. Staimo assistendo a un raid nazista.» (Pink Floyd. The lunatic: Testi commentati, Alessandro Besselva Averame)

Il testo ha chiaramente a che fare con l’Olocausto. Si parla anche delle docce e dei forni, facendo esplicito riferimento ai campi di sterminio nazisti. Toni Tennille (Captain & Tennille) e Bruce Johnston (Beach Boys) hanno partecipato come seconde voci.