Voglio le mani di Stephen

Tra qualche minuto spegnerò il pc, raccatterò le mie cose e me ne andrò a casina. Lì mi aspetta l’acustica del babbo (ho approfittato di una sua trasferta lavorativa per “rubargliela” e portarla a casa mia). Non vedo l’ora di farmi una suonatina.

Sono una folkettona io, la chitarra è il mio strumento. Eppure, quando ascolto certe cose, un po’ mi rode. Eccome se mi rode. Anche con tutto l’esercizio del mondo, non avrò mai il tocco limpido e inconfondibile di quest’uomo.

“… well there’s things I am, and there’s things I’m not
I am a smuggler and I could get shot
I aint going to die, I ain’t goin’ to get caught,
See I’m a flyin’ fool, in an aeroplane that’s just too hot
I’m a treetop flyer
Born survivor…”

2 pensieri su “Voglio le mani di Stephen

  1. è sempre un piacere ascoltare le tue segnalazioni, peccato che in questi giorni il banner pubblicitario della VolksWagen ci aggiunga un arpeggio di tanto in tanto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *