Madonna come Silvio

Alla fine, come la metti la metti, ‘sta donna fa sempre la sua porca figura. Quello che mi fa sorridere poi è che “non sa cantare”, “non è bella”, “non sa nemmeno ballare”, … ma alla fine le sue foto ci fermiamo a guardarle, le sue canzoni, bene o male, diventano tormentoni e sono in molti a scommettere su di lei grosse, enormi, fantasmagoriche somme di denaro. Vuitton ad esempio per una manciata di foto (vedi quella qui sopra) pare abbia speso sui 10 milioni di dollari. Anche se si ostina a negarlo…

Non si può confessare pubblicamente di dar credito a Madonna. Guai! Sarebbe come dichiarare di apprezzare il nulla. In fondo è un po’ come con Berlusconi, nessuno lo ha votato, ma guarda caso è il Presidente del Consiglio. Mettiamola così: Madge per fortuna è meno molesta e decisamente più innocua di Silvio. L’inglese lo parla meglio ed è pure più fotogenica.

golden slumbers (insetti adorabili…)

Proviamoci così, a esorcizzare un incubo fatto qualche notte fa.

Apro la porta di casa, un ragazzetto sui 15 anni sfodera una bomboletta spray e mi “spara”. Chiudo la porta e entro in casa, consapevole del fatto che qualcosa non va… Mi guardo le braccia e le vedo coperte di macchie simili a lividi. Pian piano le macchie si estendono anche a gambe, pancia e collo. Diventano sempre più scure, quasi nere. Ed ecco il più terribile dei finali: dalle macchie, sotto la pelle, sbucano fuori degli insetti simili a scarafaggi.

Robert nel video qui sotto a dire il vero aveva a che fare con un ragno, insetto che mi sta decisamente più simpatico dello scarafaggio, ma la musica e l’atmosfera di Lullaby col mio sogno ci stanno piuttosto bene direi.

Dolci sogni a tutti…

Capodanno 2009 (strange days)

Nel film (Strange Days) si celebrava il Capodanno 2000. Juliette Lewis, sensuale e grintosa, cantava un bellissimo pezzo di PJ Harvey (Hardly Wait). Il 2000 noi ormai l’abbiamo passato da un po’ e in Strange Days le cose non andavano proprio tanto lisce.

Ciò nonostante auguro a tutti un inizio d’anno carico di buona musica e emozioni forti. Le vie di mezzo non ci piacciono. Che il 2009 sia un anno vissuto intensamente.