2 cose al volo e una confessione

Mentre la moda ci sommerge in un tourbillon di passerelle, griffe e imbellettati vip, la sottoscritta cerca comunque di preservare il suo angolino musicale e di lasciare traccia di ascolti e visioni recenti.

1) Sono finalmente riuscita (grazie, Robi!) a vedere Control di Anton Corbijn. Il film sulla vita di Ian Curtis, leader dei Joy Division. Di lui sapevo davvero pochissimo. E non sono nemmeno una fanatica dei Joy Division. Lo consiglio però, perché è davvero un gran film. Fotografia splendida (del resto è di Corbijn…) e interpretazione straordinaria di Sam Riley, che ci mette anche la voce. E che voce!

2) Da un paio di giorni a questa parte non riesco a disintossicarmi da Plastic Ono Band di John Lennon. Non che non lo conoscessi (mamma e babbo devono averlo fatto girare più volte nello stereo anche quand’ero piccina), ma non l’avevo mai ascoltato davvero con attenzione. L’avevo fatto più col cuore che con la testa. Martedì scorso allo Spazio Oberdan (Milano) hanno proiettato un documentario proprio su quell’album e la sottoscritta si è resa conto che, emozioni a parte, è davvero un gran lavoro. E John, quando l’ha scritto, aveva soltanto 30 anni…

3) Lo confesso: ho ceduto alla tentazione. Mi ero detta che era davvero troppo per un concerto. Intendo “eticamente” troppo. Avevo lasciato passare del tempo. Mi ero detta: “te ne dimenticherai”. Ma poi non ho resistito. Ho comprato quel dannato biglietto e giovedì 17 luglio sarò tra le prime file degli Arcimboldi col cuore in gola, in attesa che sul palco si palesi Mr. Waits. Sono una peccatrice! Lo so, lo so, è caro appestato. Ma non è una pochette di Vuitton, diamine!, è Tom Waits.

4 pensieri su “2 cose al volo e una confessione

  1. dopo quasi una settimana di "internet black out" è bello ritrovare anche i tuoi consigli.

    Devo ammettere che con questo caldo sono per il disimpegno totale, anche sul fronte musicale: al massimo metto i BeachBoys.

    Nel frattempo, dall’ufficio vicino, dal computer dell’ultimo arrivato 22enne, arrivano le note di "shine on you crazy diamond": il fatto che sia mio nipote potrebbe avere influenzato i suoi gusti musicali?

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *