Rem all'Arena di Verona

La foto qui sopra già anticipa un po’ di quello che dev’essere stato il concerto dei Rem, ieri, all’Arena di Verona. Questa volta io non c’ero. Ero in un’altra Arena, di dimensioni decisamente più piccine, per un concerto sicuramente di minor richiamo (Stefano Bollani, Arena Civica di Milano). Questo non mi ha impedito però di precettare due inviati speciali che immortalassero, reflex e penna alla mano, la serata veneta.

La penna è di Grazia Tribulato, amica di vecchia data. Ormai londinese d’adozione, lavora in Warner Music, ma è prima di tutto una fan sfegatata di Stipe e compagni, nonché parte attivissima del fan club italiano ufficiale dei Rem.

La reflex è di Giulio Mazzi, fotografo di professione, che ha realizzato per noi il reportage fotografico del concerto.

Bando alle ciance. Lascio a Grazie la parola (le foto di Giulio invece le trovate qui):

5 buoni motivi per prendere un bel po’ di voli a orari impossibili, dormire 2 ore per notte, inventare fantasiose scuse in ufficio… e poi andare a vedere i R.E.M.

1. Ogni volta che li vedi dal vivo i R.E.M. ti sembrano sempre piu’ come un buon vecchio amico che non senti da un po’ ma sai che e’ sempre li’ e non ti tradisce mai
2. Mentre ascolti Strange Currencies tra le mura dell’Arena non puoi non pensare che davvero, qualsiasi cosa tu desideri, che sia un uomo, un sogno o una cosa materiale…it will be yours.
3. Vedere a lato palco Mr. Stipe Sr. fotografare il figlio sul palco con aria assorta ti strappa un sorriso anche se sei di quelli duri e puri, che a noi queste frivolezze non piacciono.
4. Sentire al telegiornale delle 13 Michael dire che uno dei motivi per cui gli fa sempre piacere tornare in Italia è che gli italiani vivono il mondo attraverso le emozioni, ti rimette un po’ in pace con le tristi vicende del bel paese di questi ultimi giorni e non solo.
5. Sarà che le certezze che ti eri costruito dai 20 ai 30 vacillano per fare (in teoria) posto a nuove certezze, ma quello che ti rimane in testa dopo il concerto sono parole come unafraid, I’m not scared, I’m not afraid, che sembrano ripetersi in cosi’ tante canzoni – e questo ci hanno insegnato i R.E.M., con il modo strampalato col quale fanno musica da quasi 30 anni, a non avere paura. E la lezione e’ valida oggi ancora piu’ di ieri!

La scaletta di iera sera:

These Days
Living Well Is The Best Revenge
Bad Day
What’s The Frequency Kenneth
Drive
Wolves Lower
Ignoreland
Hollow Man
Cuyahoga
Houston
Electrolite
Great Beyond
Strange Currencies
Walk Unafraid
One I Love
Country Feedback
Let Me In
Star 69
Horse To Water
I’m Gonna DJ
Orange Crush
Imitation of Life

—————-

Supernatural Superserious
Losing My Religion
7 Chinese Bros.
It’s The End of the World As We Know It
Man On The Moon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *