Un po' mi mancava Beirut

Mi ero dimenticata di quanto mi piacesse il video qui sopra. Beirut girava spesso nelle mie casse un po’ di mesi fa. Suoni suggestivi e immagini vintage. Simbiosi perfetta!

Solo da poco però ho scoperto che c’è una testolina sola dietro a questa band. Si chiama Zach Condon e ha poco più di 20 anni.

Polistrumentista, il ragazzo scrive non solo musica e testi, ma anche le partiture di tutti gli altri strumenti (che sono parecchi). Un vero e proprio piccolo compositore di atmosfere balcaniche. Col timbro di voce che subito mi ha fatto pensare a David Byrne.

Il brano qui sotto, Nantes, è il mio preferito.

5 pensieri su “Un po' mi mancava Beirut

  1. grazie a dio che ci sei tu.

    se cerchi su you tube ci sta un podcast francese dove fanno un pezzo dal secondo album bellissimo.

    o erano gli architect in helsinki.

    ma che ne so io sento Mal (senza i primitives)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *