pensieri melensi

  • musica,  pensieri melensi,  primi amori

    da grande (le radio pirata)

    Ho sempre confessato di essere nata nell’epoca musicale sbagliata, ora mi accorgo di aver pure sbagliato lavoro. Giornalista? Macché… Ora lo so: da grande avrei voluto starmene su una barca, fuori dai confini delle acque territoriali, a trasmettere rock 24 ore su 24! Ieri sera ho visto The Boat That Rocked (diventato qui in Italia I Love Radio Rock), una commedia niente affatto stupida e sorprendentemente divertente sul fenomeno delle radio pirata inglesi degli anni sessanta. Ho pensato: su una di quelle barche io ci sarei stata proprio da dio! Musica coi controca**i, una combriccola di amici con una passione comune e infiniti tramonti in mare aperto. Pirata musicale: meno…

  • interessanti scoperte,  pensieri melensi,  primi amori

    la casa gialla

    C’è una casa gialla alla periferia di Milano. Ho preso la tangenziale est mille volte, passandole accanto, per scappare dalla metropoli, ma non l’avevo mai notata. Ho scoperto questo angolino prezioso, solo da quando mi faccio comodamente scarrozzare dalla navetta tutte le mattine, per andare al lavoro. Fate la via Rombon (direzione Cassanese), possibilmente in una giornata limpida. Quando siete a cavallo del Lambro, voltatevi a destra e allungate lo sguardo oltre il ponticello in pietra. La casa gialla se ne sta lì, piccolo gioiellino milanese di due o tre piani, immersa in un verde che nemmeno sembra nostro. Bella come il sole, ogni mattina ricambia il mio sguardo, strizza…

  • cazzeggio,  musica,  parole,  pensieri melensi

    on air! – numero zero (31/03/09)

    Stasera, amici e parenti, dalle 20 in poi, stacco il telefono. Tra poco farò il mio debutto, più o meno ufficiale, con la mia trasmissioncina su RadioNation. Non potevo che sbucar fuori alla vigilia del 1° aprile, data di scherzi, nonché giorno del mio compleanno. Un pesce d’aprile anticipato insomma. La musica sarà buona, lo prometto. Sui miei voli pindarici invece non garantisco. Buon ascolto! P.S. (delle 23.54) La puntata potete riascoltarla qui.

  • musica,  oggetti del desiderio,  parole,  pensieri melensi,  primi amori,  scintille

    Bob e i numeri doppi

    33 anni si apprestano ad appesantirmi la schiena. Meno di una ventina di giorni e avrò sulle spalle questo numero doppio. Due volte 3 anni insomma. Il che significa: doppia dose di risate, doppio giro di lacrime, doppia quantità di minchiate, ma soprattutto doppia voglia di continuare a stordirmi di musica. A quanto pare a Bob (Dylan) dev'esser giunta voce della cosa e ha deciso di far uscire il suo nuovo album proprio nel mio mese (aprile). Mojo, che di tracce ne ha già ascoltate 7 in anteprima, sostiene che il disco sarà sicuramente in lizza tra i migliori del 2009. Io dal canto [ ... ]

  • amarcord,  interessanti scoperte,  musica,  oggetti del desiderio,  pensieri melensi

    è tempo di Kaki

    Questo titolo, qualche anno fa, me lo suggerì mio zio Piac’ (lo spiritosone!) per un’intervista che avevo fatto a Kaki King. Nel 2005, su GQ, scrivevo più o meno così: “… di New York, Kaki King ha assorbito il sound energico e sincopato, figlio del traffico del downtown. I suoi modelli sono i giganti del finger-picking (Leo Kottke e Alex DeGrassi). I suoi primi spartiti quelli di Beatles e Fleetwood Mac…” Lei suonerà martedì 17 marzo alla Casa 139 (Milano) e io, che dal vivo l’ho già ascoltata, non me la perderò nemmeno sta volta. Qui c’è anche la video-intervista, dalla terrazza panoramica dell’Hotel Galles. Il titolo (è tempo di Kaki)…

  • amarcord,  cazzeggio,  musica,  oggetti del desiderio,  pensieri melensi,  primi amori,  scintille

    oggi val bene una danza

    Ci sono giornate che valgono bene una danza. Quelle in cui, bello o brutto che sia il tempo, tu ti sei svegliata col sole in pancia. Senza un motivo preciso ti vien voglia di cantare e battere i piedi sul parquet. E lo fai. Poi, mentre balli, ti metti a pensare alle cazzate che hai combinato, ai traguardi raggiunti, alle piccole follie vissute e a tutto quello che ancora ha da venì. Sorridi come una cretina, mentre gli episodi più intensi della tua vita li vedi scorrere come in un videoclip. Il tuo personale, caleidoscopico [ ... ]

  • musica,  pensieri melensi,  primi amori,  scintille,  V.M.18

    abnormally attracted to Tori

    Tori Amos è il mio alter ego musicale. Voglio dire, fossi nata musicista avrei voluto farci l'amore anch'io col pianoforte, come fa lei. Avrei voluto mettere enigmi nero su bianco e cantare emozioni di carne. Avrei voluto lanciare coltellate come questa: "... so, you can make me come, that doesn't make you Jesus!...". Per poi fare i conti con paure e insicurezze: "she's convinced she could hold back a glacier, but she couldn't keep baby alive. Doubting if there's a woman in there somewhere...". E ancora [ ... ]

  • musica,  pensieri melensi

    icicles (il freddo e le sue strane costruzioni)

    “… icicle, icicle, where are you going? I have a hiding place when spring marches in…” L’inverno ci ha messo un po’ ad arrivare quest’anno, ma poi ci ha dato dentro. Eccome! La neve è scesa incurante, macchiando di latte qualsiasi cosa. E il freddo ci ha davvero colto alla sprovvista, facendoci passare da stiletti a UGG. Al gelo, quando arriva, non si sfugge. Col caldo si può ancora discutere. Il gelo è un fottuto muro. In fondo l’hai sempre sopportato poco. Hai sempre preferito di gran lunga il segno morbido e indefinito del mare, al tratto forte e deciso della montagna. Poi, rientrando da qualche giorno in alta quota,…

  • musica,  pensieri melensi,  primi amori

    Potere delle dichiarazioni…

    Troppi giorni di latitanza, I know. Il blog piange. Ma la blogger pure. Sommersa da una caterva di novità da segnalare nella fantastica sezione Musica, sono talmente alienata che “il gomito mi fa contatto col piede”, come direbbe qualcuno, e fatico a distinguere la destra dalla sinistra. Poco male, significa che nel mondo delle sette note c’è fermento. Pure troppo. Ciò nonostante, ho sempre le mie preziose cuffie appiccicate alla testa, anche perché, in questi giorni, c’è una bellissima novità. Si chiama The Power of the Heart ed è un pezzo nuovo di Lou Reed (la storia la trovate qui). Lou una proposta di matrimonio l’aveva già scritta tempo fa…